Tecniche avanzate di posizionamento

Come automatizzare l'ottimizzazione dei titoli di un sito per migliorare il posizionamento e la visibilità.

Costruire un Seo impero

Come ottenere più potere di posizionamento e guadagnare soldi.

Centinaia di Backlinks in Automatico! Scopri come!

In questa guida viene spiegato un modo utilissimo per avere centinai di backlinks in modo automatico.

Madlib per la moltiplicazione dei contenuti

Tecnica per aumentare i contenuti automaticamente.

Dominare una SERP e Conquistare la TOP 10

Come raggiungere e rimanere nelle prime 10 posizioni dei motori di ricerca.

Come creare un auto-blog

Gli Auto Blog o Blog automatici sono dei blgo che si agiornano da soli. Possono essere usati per generare backlink di qualità e guadagni con pubblicità.

domenica 17 aprile 2011

Consigli e "Must Have" per un sito e-commerce efficace e funzionale

Condividi quest'articolo con il tuo social network preferito!




Già sceglere una piattaforma e-commerce può risultare un compito difficile, sia per la quantità di alternative presenti, per la disinformazione e per "l'inquinamento" delle informazioni al riguardo portato dalla pubblicità e dalle spinte di marketing.
Ma in questo post non ho intenzione di indicare una piattaforma a discapito di un'altra, anche se ho la mia opinione in merito, in realtà vorrei fornire degli utili spunti in chiave SEO e non solo per assicurarsi di avere un sistema di e-commerce che possa effettivamente essere funzionale.

Una gestione corretta delle immagini dei prodotti
L'immagine di un prodotto ha un ruolo fondamentale nell'acquisto, il valore percepito dal cliente, nel web, sfrutta l'immagine come canale preferenziale di comunicazione, esistono diversi esempi interessanti per utilizzare le immagini in modo intelligente, ma quello che più conta sopratutto per fini si SEO, è una corretta gestione delle immagini in quanto risorse ed all'interno della struttura di navigazione del sito.

Un errore comune a molte piattaforme di e-commerce, riguardo alla gestione delle immagini è la creazione di url multiple in caso di immagini cicliche legate ad un singolo prodotto, ottenendo duplicati di pagine molto dannose per i motori di ricerca.
Inoltre, una corretta, e magari automatizzata, gestione del naming delle immagini con le parole chiave del prodotto, aiuta molto l'indicizzazione e il posizionamento.

Una gestione dei contenuti dell'head e dei meta tag per ogni singola pagina
Impostare un tag H1 ed il nome dell'immagine con il nome del prodotto è utile, ma non avere la possibilità di gestire singolarmente le informazioni nell'head di ogni pagina prodotto, può risultare un grosso ostacolo. Spesso può essere fondamentale poter inserire dei piccoli snippet di javascript, oppure dei rel canonical o altre informazioni nell'header del file HTML.

Le recensioni dei prodotti
In quasi tutte le piattaforme di e-commerce oggi vengono proposte delle soluzioni per la gestione di recensioni e commenti da parte degli utenti sui prodotti. Le recensioni sono conversazione, possono arricchire l'esperienza dell'utente e fornire informazioni ed esperienze utili all'acquisto.

In questo caso quello cui è bene fare attenzione è di verificare l'effettiva presenza dei commenti nel codice HTML della pagina, in modo da essere certi che il testo venga effettivamente renderizzato nell'HTML e che quindi sia visibile anche agli SPIDER dei motori di ricerca, portando così anche dei vantaggi lato SEO, sia da un punto di vista di contenuti, che di freschezza della pagina, un utile "trucchetto" in questo caso può essere quello di avere uno script che in automatico invii un ping della pagina del prodotto ogni volta che una nuova recensione venga pubblicata, in modo da avvisare i motori del nuovo contenuto presente. Questo può essere molto buono soprattutto per siti con molte prodotti e molte categorie, dove per esempio alcune pagine in profondità tendono a sparire o a nascondersi.

Una gestione avanzata dei Feed Rss e della Sitemap xml
Il protocollo sitemap, è uno standard mediante il quale i motori riescono a migliorare la profondità, la velocità e la precisione nell'indicizzazione di un sito. Molte piattaforme di e-commerce offrono un sistema di gestione della sitemap, ma al riguardo ci sono molte altre cose che possono essere fatte.

Un metodo per tenere sotto controllo l'indicizzazione di specifiche sezioni di un sito, in modo separato, e di migliorare l'indicizzazione di aree che a volte risentono di una carenza di indicizzazione è quello di usare delle sitemap separate per ogni sezione.

Questo è possibile creando una Sitemap Indice, e altre relative alle singole sezioni.


Inoltre, feed rss addizionali, per categorie, o insiemi di prodotti personalizzabili, permettono l'inoltro e l'aggiornamento di piattaforme di prodotti in comparazione come per esempio, Shopping.com, il Merchant Center di Google, e molti altri. Merchant Center è uno dei più grandi, anche se in italia non è così affermato.

Quello che è importante sapere è che l'auto invio al Merchant Center dei prodotti tramite feed, può peremttere un miglior posizionamento nelle SERP con la fuorisuscita dei risultati anche nelle SERP stesse. (come si può vedere dall'immagine).




Una corretta gestione dei redirects 301, pagine 404 "reali" ed altre opzioni di redirects
Molte piattaforme di e-commerce non prevedono una gestione personalizzata dei redirect 301, e dell'url rewriting per la creazione di Permalink.

Spesso non forniscono neanche una reale gestione delle pagine 404, optando per l'invio di un header 302 o a volte anche 200!!! Direzionato sulla home page! Non c'è niente di più sbagliato!

Se una pagina di prodotto non esiste più è indispensabile inviare un redirect 404 (per identificare) corretto, se invece è stata spostata allora si potebbe optare per un redirect 301 (che identifica una risorsa spostata permanentemente). Infine, avere la possibilità di modificare e personalizzare le uri di ogni singola pagina è fondamentale per aumentare la presenza di keywords.

Ecco uno utile strumento per l'analisi degli headers inviati: HTTP Header Check.


Un sistema di navigazione e di filtri che non crei problemi
La gestione della navigazione e l'applicazione di filtri è un punto dolente per la maggior parte delle piattaforme di e-commerce.

I tipi di errori che si possono generare sono di due tipi, la realizzazione di contenuti duplicati e la produzione di un eccessivo carico da navigare per i Bot dei motori.

Uno dei tipici sistemi con cui vengono gestiti i filtri e tramite sessioni o cookie, ed è un modo che crea delle enormi difficoltà nell'ottica di una corretta gestione SEO oriented.

L'utilizzo di rel canonical e nofollow può essere da'aiuto ma non limita il consumo della banda del crawl del motore. Rendendo l'indicizzazione più lenta e quindi meno efficace.

Anche una gestione ajax a i sui pregi e difetti, sopratutto si può rischiare di occultare dei contenuti ai motori, in questo caso ci si deve assicurare di fornire dei metodi alternativi per i motori di reperire il contenuto occultato dal filtro realizzato in Ajax.

Inoltre una buona gestione del file Robot.txt in questo caso può essere veramente indispensabile, per esempio per impedire la scansione a tutti quei contenuti che hanno due o più parametri di filtri nella url.

La velocità del sito
Questo è un aspetto importante, ed è da tenere costantemente sotto controllo, ci sono diversi fattori che possono potare ad un caricamento eccessivamente lento delle pagine di un sito, da un lato ci possono essere delle risorse troppo complesse e pesanti, dall'altro la banda e la poteza del server in rapporto al numero di visitatori contemporanei.

Per quanto riguarda la gestione delle risorse delle pagine è da tenere presente che spesso i javascript possono rallentare molto, e ce a volte ci sono delle risorse che bloccano il caricamento di una pagina fino a che non sono state scaricate, in tal caso è bene spostare tale priorità di caricamento, e comunque sempre utile mimificare i file (se possibile tenendo una copia dei file non mimificati per poterne gestire la modifica ed il mantenimento) e sfruttare diversi accorgimenti, per esempio con le immagini, è meglio usare immagini in PNG, e dove possibile usare un unico file immagini multiple posizionandole poi con i css.

esistono diversi tool per monitorare la velocità e determinare gli aspetti critici, vi consiglio:
· Webpagetest.org ottimo tool per testare la velocità di caricamento delle pagine, offre anche una lista completa dei tempi di ogni singola risorsa evidenziando gaficamente gli aspetti di criticità
· Gtmetrix.com è un tool relativamente nuovo ma molto funzionale,

Inoltre, anche se meno dettagliati, Google Page Speed e Yslow possono fornire un supporto veloce per avere un controllo immediato sulla situazione.


Utilizzo dei Rich Snippets per ottimizzare la presenza in SERP
I Rich Snippets vengono espsoti direttamente nelle serp, sotto alla descrizione di un sito è possibile che compaiano dei link a delle sezioni interne e contestali del sito.
Per sapere come fare a far si che google inserisca i Rich Snippets vengono descritte le procedure a questo link. Comunque esistono due metodi per inviare le inforazioni necessarie alla creazione dei Rich Snippets, tramite un feed specifico, o tramite un linguaggio di markup.